Categorie:

La differenza tra rendiconto consuntivo e preventivo condominiale – contabilità condominiale

contabilità condominiale

Quando si parla di bilancio condominiale, di conseguenza è importante sottolineare che esistono due tipologie di bilancio, ovvero il bilancio consuntivo ed il bilancio preventivo.

Il bilancio preventivo condominale è il documento che presenta il preventivo delle spese da affrontare nell’anno contabile, definito esercizio contabile. Generalmente il bilancio preventivo si redige sulla base di quello approvato l’anno precedente tenendo conto dell’eventuale incremento dei prezzi e, naturalmente, delle possibili nuove opere di manutenzione straordinaria da apportare in condominio.

Il bilancio condominiale, o per meglio dire rendiconto condominiale, è il documento più importante del condominio, poiché contiene appunto il resoconto della gestione condominiale svolta dall’amministratore di condominio. L’art. 1130-bis stabilisce infatti che: “Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve che devono essere espressi in modo da consentire l’immediata verifica.”

L’amministratore di condominio ha quindi il compito di registrare accuratamente ed in modo chiaro tutte le spese sostenute dal condominio nel corso dell’esercizio contabile. Ogni condomino ha il diritto di chiedere all’amministratore di prendere visione e analizzare il bilancio condominiale il quale è formato da tre documenti: registro di contabilità, riepilogo finanziario e nota sintetica ed esplicativa. Nello specifico, il registro di contabilità contiene tutti i movimenti contabili (entrate ed uscite) fatti dall’amministratore per conto del condominio; il riepilogo finanziario consiste nello stato di patrimonio del condominio (crediti, debiti, fondi economici di riserva e cassa) ed infine la nota sintetica ed esplicativa non è altro che una relazione scritta dall’amministratore in cui vengono elencati brevemente tutti i fattori e le eventuali problematiche che hanno influito sulla gestione condominiale.

In definitiva il bilancio preventivo è solo una previsione delle spese e viene ripartito in rate periodiche ma entro 180 giorni dal termine dell’esercizio deve essere rendicontato tramite il rendiconto consuntivo il quale potrebbe generare una rata finale di conguaglio a debito oppure a credito a seconda delle spese sostenute dal condominio.

quondi è frequante sentire dai condomini la frase “perchè devo pagare il conguaglio se ho pagato tutte le rate?” la risposta è semplice: A fine esercizio anche se si sono pagate tutte le rate, le spese sostenute dal condominio possono essere maggiori rispetto alla previsione fatta con il bilancio preventivo e pertanto il surplus di spese vanno ripartite tra i condomini pro quota generandosi pertanto una rata a conguaglio.

    CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

    +39.06.70453502 +39.339.7303282

    Oppure compila il form per ricevere informazioni oppure per richiedere un nostro contatto gratuito

    RICHIESTA CONTATTO GRATUITO / INFORMAZIONI

    Cognome e Nome *

    Città *

    Indirizzo

    Email *

    Telefono *

    Richiesta *

    Privacy policy
    Inviando il presente modulo acconsento al trattamento dati ai sensi del Regolamento 2016/679/UE
    * Campi obbligatori

    Scrivici su WhatsApp
    Invia via WhatsApp